Accesso ai Contenuti Riservati


Bolle di sapone per dipingere

Pubblicata pochi giorni fa la mia proposta per un laboratorio sugli alberi con la tecnica della china soffiata, laboratorio che molto ci insegna sull’accettazione, sul lasciare andare, sull’accogliere in arte […]

Scritto da Federica Ciribì

Sono Architetto e Dottore di ricerca in Recupero Edilizio ed Ambientale. Sono abilitata all’insegnamento di “Arte e Immagine” e di “Disegno e Storia dell’Arte” presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e all’insegnamento di “Costruzioni, tecnologia delle costruzioni e disegno tecnico” presso l’Università degli Studi di Pisa.

Pubblicato il 30 Novembre 2022

Pubblicata pochi giorni fa la mia proposta per un laboratorio sugli alberi con la tecnica della china soffiata, laboratorio che molto ci insegna sull’accettazione, sul lasciare andare, sull’accogliere in arte come nella vita la possibilità di non potere controllare sempre tutto.

Il laboratorio “bolle di sapone” propone la medesima “filosofia”.
Voglio essere sincera: non c’è una ricetta infallibile per realizzare il preparato con cui colorare le pagine. Io ho testato numerose marche di sapone per i piatti (perché mi avevano detto di fare così) ma alla fine ho ottenuto i risultati migliori con il sapone delle bolle “giocattolo”.

Il mio consiglio quindi è di fare acquistare a ogni ragazzo una confezione di bolle di sapone, quelle classiche che si reperiscono con facilità dal giornalaio o nei negozi di giocattoli.
In laboratorio dovete far rovesciare il sapone in un bicchiere o in vasetto più grande, in modo da potervi aggiungere la tempera pronta, nella misura di un cucchiaio ogni 50/60 ml di sapone pronto.

La tempera va sciolta con cura nel sapone, quindi si affonderà una cannuccia nel composto e si inizierà a soffiare. Nel vasetto si formeranno bolle colorate che lentamente usciranno dal bicchiere. Tenendo il bicchiere/vasetto sempre in verticale e continuando a soffiare, si faranno scendere le bolle sulla carta da colorare che non dovrà essere troppo sottile, né patinata.

Nel colorare la carta non eccedete, basta uno strato di bolle alto 4/5 cm, non di più. Non scoppiate le bolle, lasciate che scoppino da sole e fate asciugare con cura.

La carta così colorata potrà essere utilizzata per realizzare tante figure quante la vostra fantasia vi suggerisce. Noi le abbiamo trasformate in alberi di Natale.

Buon lavoro e non dimenticate di condividere la vostra arte sui social con #diariovisivo!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Diario Visivo® 2023© Vietata la copia