Accesso ai Contenuti Riservati


L’arco del mio trionfo

Scritto da Federica Ciribì

Sono Architetto e Dottore di ricerca in Recupero Edilizio ed Ambientale. Sono abilitata all’insegnamento di “Arte e Immagine” e di “Disegno e Storia dell’Arte” presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e all’insegnamento di “Costruzioni, tecnologia delle costruzioni e disegno tecnico” presso l’Università degli Studi di Pisa.

Pubblicato il 16 Febbraio 2023

A proposito di attività tradizionali e della possibilità di rivisitarle coi loro occhi (cosa di cui parlavo ieri nell’articolo su Renoir), ecco i nostri Archi di Trionfo (non più di Costantino).

Il lavoro si pone a conclusione del percorso di storia dell’arte romana.

Abbiamo organizzato il lavoro così:

Fase 1) ho consegnato a ciascun ragazzo mezzo arco di trionfo (vedi allegato sotto);

Fase 2) i ragazzi hanno costruito l’altra metà con riga e squadra;

Fase 3) hanno completato il lavoro scegliendo “cosa” far trionfare.

Il lavoro funziona perché:

  • è altamente inclusivo, nessuno si sente escluso;
  • tutti lavorano perché gli strumenti sono “personalizzabili”: agli allievi con BES si può dare la possibilità di usare la carta lucida, ricalcare l’arco, ribaltandolo e ridisegnandolo. In casi particolari si può pensare di consegnare due parti di arco – destra e sinistra – e far fare un collage.
  • è dato ampio spazio all’espressione del sé;
  • è un lavoro che necessita di creatività e insegna a controllare lo spazio carta;
  • è un lavoro trasversale che si può pensare di condividere coi colleghi di tecnologia.

Buon lavoro!

Qui sotto c’è il tuo contenuto riservato

Unisciti alla nostra Community. L’iscrizione è gratuita e consente di ricevere la Newsletter e di accedere a risorse riservate come questa.
Cosa aspetti, per iscriverti bastano 30 secondi!

2 Commenti

  1. Anna Lucia Giannini

    Bello

    Rispondi
    • Federica Ciribì

      Grazie Anna Lucia! Sono lieta che il lavoro ti sia piaciuto!

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Una farfalla per ricordare

Una farfalla per ricordare

Il laboratorio per la Giornata della Memoria 2024 è volato lontano, su e giù per lo stivale. Con gioia condividiamo...

Diario Visivo® 2024© Vietata la copia

Pin It on Pinterest

Shares
Condividi This